Recensioni & Immagini

L’argomento della serata è veramente “caldo” e il relatore, il Professor Raffellini, ha cercato di chiarirci le idee, molto confuse a causa sia della difficoltà di comprendere gli aspetti tecnici del tema, sia del modo in cui i giornali e la televisione ce lo presentano.

In effetti si può dire che ci sia riuscito brillantemente. Ha iniziato spiegando quale sia il consumo annuo di energia in Italia e nel mondo in termini di tep (tonnellate di petrolio equivalenti) e ci ha indicato quale sia la quota di utilizzo di ciascuna delle varie fonti di energia necessarie a soddisfarlo.

Il dato che ci tocca direttamente è che l’Italia dipende dalle importazioni dall’estero per quasi l’85%, di cui oltre la metà per il petrolio. Non solo il riscaldamento e l’autotrasporto, ma il funzionamento dell’intero paese è legato alle forniture dai paesi del vicino e Medio Oriente e dalla Russia (gas metano e petrolio).

Il nucleare in Italia è stato a suo tempo incautamente abbandonato e la sua riesumazione, oltreché costosa, è difficile e comunque non darebbe risultati che a lungo termine.

Le fonti rinnovabili in Italia finora non sono state sfruttate adeguatamente: da poco sono state varate leggi per agevolarne l’impiego, ma non potranno comunque dare un contributo consistente in tempi brevi.

Per finire, le scorte di materie prime sono in via, più o meno a lungo termine, di esaurimento, uranio compreso.

Un quadro molto deprimente, che ci fa ancora una volta considerare l’incapacità del nostro paese di programmare il suo futuro.

Una speranza ci viene dalla ricerca, che ci auguriamo riesca a trovare delle soluzioni sempre meno costose e più efficienti per l’utilizzo dell’energia del sole, che non ha limiti.

Per ora, la fonte di energia più immediata e meno costosa è il risparmio, ottenibile anche facilmente con un migliore isolamento delle costruzioni (anche solo i doppi vetri fanno risparmiare una percentuale molto alta di calore disperso e quindi di gas o gasolio), con l’impiego di lampade ad alta efficienza, ecc.

Molti gli interventi dei presenti, che solo la tarda ora ha limitato.



Calendario Eventi

Ottobre 2018
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31 1 2 3 4